Tu sei qui

Linee guida per la Didattica a Distanza

La scuola in emergenza

In seguito ai recenti DPCM, legati alla prevenzione della diffusione del COVID-19, il Ministero ha da subito attivato una sezione del sito per supportare le scuole per l’erogazione delle lezioni a distanza,

Le azioni formative di aggiornamento del personale, le competenze acquisite, precedentemente descritte, sono la risposta efficace dei docenti del Pertini all’emergenza attuale, ma anche a quegli alunni che per motivi di salute non possono partecipare alle lezioni; l’intento è quello di non lasciare soli i ragazzi impossibilitati alla frequenza in presenza, cercando di proporre attività in grado di coinvolgerli quotidianamente anche in assenza del contatto diretto che caratterizza la vita scolastica. Non lezioni frontali on line vere e proprie dunque, ma molti differenti modi di imparare, sfruttando gli strumenti che gli studenti e i docenti del Pertini conoscono e impiegano da anni: tutte le applicazioni della Google Suite for Education, dalla semplice condivisione di materiali via Drive alle più interattive applicazioni di Classroom e Meet.

Le condizioni di emergenza per il rischio di contagio ci obbligano alla sospensione dell’attività didattica in aula, ma non alla sospensione di relazioni! La scuola è fatta in primo luogo di persone, esseri umani, contatto diretto, scambio e interazione e in un momento difficile come l’attuale, le risorse della tecnologia e della rete vogliono essere un modo per unire docenti e studenti, cercando di mantenere vivaci sia l’attività didattica sia i rapporti umani e favorendo l’individualizzazione e la personalizzazione, con un’attenzione particolare all’inclusione.
 

La proposta didattica dell’ISI Pertini

In linea generale, ma ancora di più quando viene sospesa la possibilità di venire a scuola, i docenti hanno il compito di non far perdere la continuità nei percorsi di apprendimento e, attraverso proposte didattiche in rete e in cloud, gli studenti hanno l’opportunità di accedere ai materiali messi a disposizione dagli insegnanti, condividere, realizzare prodotti digitali e sottoporli alla valutazione dei loro professori. Allo stesso tempo i genitori devono poter seguire i propri figli ed i loro progressi, condividendo il percorso didattico anche se non in presenza, e non perdendo il contatto con la scuola tramite la piattaforma e gli strumenti definiti più avanti.

Può essere che qualche studente (o qualche famiglia) sia sprovvisto di dispositivi digitali. In questo caso, la famiglia si rivolgerà al dirigente scolastico dirigente@isipertinilucca.edu.it che darà in comodato gratuito un computer della scuola.

Può essere che qualche studente (o qualche famiglia) sia impossibilitato a collegarsi ad internet nello spirito di comunità che caratterizza la nostra scuola e il nostro territorio, chiediamo a tutti di favorire la condivisione degli strumenti a disposizione e l’aiuto reciproco nel rispetto delle indicazioni dei vari DPCM.

Se anche qualche docente dovesse essere impossibilitato a collegarsi ad internet e/o sia sprovvisto di dispositivi digitali potrà accedere ai locali dell’istituto previa richiesta alla Dirigenza.

Le modalità

Le azioni di didattica a distanza saranno messe in atto tramite due strumenti:
1) la piattaforma Google Suite for Education, che consente di attivare e utilizzare:
- le varie app online per la condivisione e la produzione di contenuti come documenti, fogli di calcolo, presentazioni e Google Sites

  • Classroom, una classe virtuale, che permette la distribuzione di materiali per l’apprendimento, la consegna e restituzione dei compiti assegnati e la relativa valutazione
  • Moduli per creare form online che possono essere utilizzati per test e verifiche a distanza.
  • Google Meet Hangout che permette di videochiamare, dare supporto a singoli studenti e di organizzare webinar, cioè delle videoconferenze con molte persone (ad esempio per tenere una lezione alla classe, in diretta).
  • GMail che permette di inviare comunicazioni e materiali per mail, utilizzando gli account e i gruppi già predisposti per classe. Questa modalità è molto semplice e accessibile per i docenti, ma ricordiamoci non è ottimale per l’invio e raccolta di materiali, perchè non crea un archivio facilmente consultabile.- YouTube per trasmettere in streaming e caricare video che in un’ottica di condivisione di materiali tra docenti si chiede di inviare il link all’animatore digitale perché possa essere pubblicato nel sito dei CDD della scuola.

2) Google CALENDAR per registrare appuntamenti con lezioni e link meet sincroni

Le metodologie didattiche

(si ringrazia il Liceo Attilio Bertolucci di Parma per gli spunti operativi)

A titolo puramente esemplificativo:

  • la metodologia della Flipped Classroom, consiste nel fornire materiali e tutorial che favoriscano l’avvicinamento dello studente ad un nuovo contenuto. I docenti possono fornire link a video o risorse digitali, presentazioni o tutorial, che gli studenti possono fruire in autonomia e per questo è possibile utilizzare le app di youtube e/o classroom. 
  • Svolgimento compiti e questionari on line tramite le App di Classroom e Moduli
  • Consegna di report ed esercizi da inviare su classroom in versione semplificata, in cui i docenti forniscono paragrafi o esercizi del libro di testo in adozione e gli studenti caricano su classroom screenshot del quaderno o del libro con i compiti assegnati svolti.
  • Consegna di report relativi alle simulazioni delle prove invalsi che saranno svolte on line e assegnate dai docenti
  • Richiesta di approfondimenti da parte degli studenti su argomenti di studio utilizzando presentazioni, video, testi di vario genere accompagnati da immagini.
  • Digital Storytelling realizzata con strumenti digitali (es. timeline, storymap, diario diario di bordo con Padlet, google document, ...) per organizzare contenuti di apprendimento, anche selezionati dal web, in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (es. video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.).
  • Uso dei video nella didattica sia per produrre che per fruire di contenuti.
  • Estensione di Chrome Nimbus Screenshot permette di realizzare una vera e propria lezione a distanza in modalità differita o di registrare le sessioni sincrone utili anche per la riproduzione successiva dell’evento e la sua pubblicazione sul SITO DIDATTICA A DISTANZA.
  • Produzione da parte di docenti e studenti, anche in maniera collaborativa, di mappe concettuali (es. mindmup).

Per modalità di formazione sono a disposizione l’animatore digitale e il team dell’innovazione oltre ai docenti esperti di Avanguardie Educative che potranno aiutare i docenti a migliorare nelle pratiche didattiche a distanza anche tramite i tutorial e le indicazioni caricate sul sito dell’animatore digitale

AllegatoDimensione
PDF icon Linee Guida Didattica a Distanza ISI Pertini755.95 KB
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS ver.7.69 del 18/12/2019 agg.31/03/2020